Scoperta la prima ape "soldato"

Formiche e tumuli di termiti hanno spesso caste di "soldati", il cui unico obiettivo nella vita è difendere il nido. Ciò li distingue dagli alveari e dai nidi di vespe, dove ogni individuo svolge una varietà di lavori - incluso il servizio di guardia - per tutta la vita.

Ma ora, grazie a un nuovo studio condotto da ricercatori in Brasile e nel Regno Unito, abbiamo il primo esempio noto di api soldato reali. Gli scienziati hanno studiato una specie comune di ape brasiliana chiamata Tetragonisca angustula, alias "Jatai" nel suo paese natale, e hanno trovato una "casta di soldati" distinta che sembra nata al solo scopo della sicurezza dell'alveare.

"La scoperta è significativa in termini di evoluzione delle società avanzate degli insetti", spiegano i ricercatori in una dichiarazione rilasciata questa settimana dall'Università del Sussex. "Gli operai soldato corposo sono noti da tempo nelle formiche e nelle termiti, ma questa è la prima prova di un'ape soldata - un lavoratore progettato fisicamente per la difesa attiva del nido."

Mentre le api da miele in genere trascorrono solo un giorno a guardia dell'alveare prima di passare ad altri lavori, circa l'1 percento di tutte le api Jatai nasce come soldato, che è il 30 percento più pesante degli altri operai, con gambe e teste più piccole. Saltano anche i doveri tradizionali delle api operaie, trascorrendo invece fino a tre settimane in piedi o in bilico vigili davanti all'ingresso del nido (vedi video sotto).

Le api Jatai non hanno i pungiglioni, forse uno dei motivi per cui allevano soldati a tempo pieno. I corpi più pesanti di queste guardie e le zampe più grandi li rendono abili nel combattere uno dei principali nemici della specie: la "ape rapinatrice" Lestrimelitta limao, che può uccidere intere colonie di Jatai - fino a 10.000 api - mentre li razzia per il cibo.

I soldati senza pungiglione mancano di un'arma ape per antonomasia quando affrontano tali aggressori, ma ciò non li scoraggia. La difesa dell'alveare è una missione suicida, in cui un soldato blocca la testa sulle ali di un'ape rapinatrice, impedendole di volare. Il soldato alla fine muore, ma il suo corpo rimane bloccato sull'intruso come un'ancora, rendendolo incapace di attaccare l'alveare (vedi video sotto).

"Le api senza pungiglione non sono indifese", afferma Francis Ratnieks, coautore dello studio e ricercatore dell'Università del Sussex. "Jatai è una delle api più comuni trovate in Brasile, ma le sue sofisticate difese ne fanno una delle più sorprendenti."

Lo studio, condotto da scienziati dell'Università del Sussex e dell'Università di San Paolo, è stato pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences.

Anche sul sito:

  • Parassita che produce api zombi
  • Raro bombo americano riscoperto
  • Le api si scontrano per prendere decisioni
  • Gli scienziati trasformano le formiche normali in "supersoldiers"

Articoli Correlati