Se tu fossi un animale orfano, vorresti che questa donna fosse tua madre

Molte persone condividono le loro case con amici, familiari e forse un gatto o un cane. Margit Cianelli fa le cose in modo leggermente diverso.

L'ex guardiano dello zoo condivide la sua casa australiana con tutti i visitatori amanti della natura che prenotano un soggiorno - e qualunque sia la fauna selvatica in cui vaga.

Cianelli afferma che non è stata una sua idea trasformare la sua casa, che si trova su 160 acri di foresta pluviale nel Queensland, in un bed and breakfast. Ha semplicemente ricevuto così tante richieste da persone che volevano visitare e conoscere la fauna selvatica locale che è successo.

"La sera parliamo della fauna selvatica unica dei Wet Tropics, condividiamo libri ed esperienze e godiamo gli animali che pop-up per una visita o le gioie che sono a mio carico", ha detto.

Oggi, Lumholtz Lodge ospita una varietà di ospiti che amano i tour naturalistici di Cianelli, così come i numerosi animali - dai canguri alle echidna - che abitano la sua proprietà.

Ma la sua vera passione non è il bed and breakfast. Sono gli animali.

I residenti più permanenti

Quando non c'è marsupio in giro, la camicia della mamma lo farà. (Foto: Lumholtz Lodge)

Cianelli accoglie regolarmente animali orfani o feriti e si prende cura praticamente di tutte le specie che vivono nel suo angolo della foresta pluviale.

La maggior parte di quegli animali sono marsupiali che vengono da lei quando sono piuttosto giovani. In genere le loro madri sono vittime di cani o macchine, ma le piccole gioie sopravvivono nelle tasche delle loro madri.

"Alcuni sono solo 'mignoli' senza pelliccia. I loro occhi potrebbero essere ancora chiusi, le orecchie ancora attaccate alla testa. Puoi vedere gli organi attraverso la loro pelle", ha detto Cianelli.

“Questi animali hanno bisogno di cure speciali tutto il giorno. Altre gioie potrebbero già avere la pelliccia ma soffrire di un tale trauma mentale a causa della perdita della madre che vogliono semplicemente rinunciare. "

Fornisce loro tutte le cure necessarie, per quanto riguarda cibo e medicine, ma i residenti pelosi, squamosi e piumati della Lumholtz Lodge ottengono molto di più delle semplici necessità di Cianelli.

"Un aspetto molto importante è l'incoraggiamento. Dico loro quanto sono intelligenti. Parlo sempre con loro in tono di approvazione. Questo aiuta a costruire la fiducia e la forza mentale, che è spesso sottovalutata ma così importante per la loro vita futura. I non vuole solo liberare un animale fisicamente forte e sano, ma è mentalmente in grado di affrontare conflitti, concorrenza e altre pressioni ".

Incontra i canguri dell'albero

Nelson, il canguro joey dell'albero, ha un momento tranquillo con un visitatore. (Foto: Lumholtz Lodge / Facebook)

Cianelli attualmente condivide la sua casa con diversi adorabili canguri, tra cui due di nome Kimberley e Anneli.

Kimberley è arrivata al Lumholtz Lodge a settembre dopo essere caduta dal marsupio di sua madre. Sua madre non avrebbe ripreso il joey da 2 sterline, quindi Cianelli l'ha accolta.

"Il giorno dopo ho saputo il motivo per cui sua madre non l'aveva lasciata rientrare nel marsupio - in realtà aveva rinunciato a lei perché non poteva farcela! Kimberley è una tale manciata, la gioia più iperattiva che abbia mai avuto Kimberley saltò tra gli alberi come un gibbone, non un albero ruggito. "

Anneli arrivò a fine dicembre dopo essere stata trovata appoggiata a una tettoia. Era disidratata, malnutrita e aveva molti problemi di salute. Era stata fuori dalla borsa di sua madre per una settimana.

"Non nutrivamo grandi speranze per la sua sopravvivenza. È stata sottoposta a una flebo per sette giorni. Sono rimasta seduta con lei tutte le sere fino alle 3 del mattino, quando era in attesa di un'altra iniezione. Ovviamente aveva una forte voglia di vivere. Anneli ha si è completamente ripreso e si è trasformato in una gioia rimbalzante, birichina. "

Vita quotidiana

I canguri di alberi Nelson e Dobby adorano suonare insieme al Lumholtz Lodge con l'aiuto di Cianelli. (Foto: Lumholtz Lodge / Facebook)

La riabilitazione è un processo lento per le gioie del canguro. In natura, rimangono con le loro madri per circa tre anni.

Cianelli stima che Kimberley e Anneli rimarranno alla Lumholtz Lodge per altri due anni, ed è un lavoro a tempo pieno - uno che lei confronta con il vivere con due gemelli di 2 anni.

"Le ragazze praticamente passano 24 ore al giorno con me", ha detto.

Gli animali trascorrono le notti nella stanza di Cianelli e quando è impegnata nelle faccende domestiche, si fanno un sonnellino nella camicia o esplorano la casa. Saltano sugli scaffali e si arrampicano su qualunque cosa riescano a trovare: è impressionante che abbia ancora cornici sul muro e tende alle finestre.

Tre volte al giorno, Cianelli porta le ragazze in un recinto all'aperto che contiene tronchi e rami di varie dimensioni. Alcuni hanno la corteccia mentre altri no, e sono deliberatamente posizionati ad alcuni angoli per sfidare le abilità di arrampicata dei canguri.

Kimberley e Anneli giocano nel loro recinto all'aperto. (Foto: Lumholtz Lodge)

Cianelli lega anche rametti sottili ai rami, in modo che i giovani animali possano sperimentare cadute come farebbero in natura.

"Non sono nati buoni scalatori e devono imparare queste abilità per un lungo periodo di tempo. Devo dire che questi esercizi mi darebbero un attacco di cuore se dovessi assistere a loro 20 metri su un albero".

Ma il momento clou della giornata delle ragazze è quando Geoffrey visita. Un canguro maschio di 10 anni che Cianelli allevava a mano, Geoffrey si ferma al Lumholtz Lodge circa cinque giorni a settimana per sgranocchiare mandorle, patate dolci e il suo piatto preferito: gli spaghetti.

"Le ragazze si agitano la testa tra l'eccitazione quando lo vedono. Sono anche molto eccitato per le sue visite. È così bello e sono così orgoglioso di lui. È il maschio alfa nella mia foresta, ed è piuttosto speciale per un animale allevato a mano. "

Alla fine, Kimberley e Anneli si uniranno a Geoffrey in libertà, ma inizieranno lentamente.

Cianelli li indosserà con i colletti radio e permetterà loro di esplorare la foresta pluviale da soli, ma di notte li porterà a riposare.

Ma alla fine, Cianelli sa che dovrà salutarsi.

"Per settimane e mesi gli animali trascorrono più tempo all'aperto. Trascorrono meno in casa e potrebbero entrare solo per il trattamento occasionale, un pezzo di patata dolce o un po 'di riposo se il tempo è troppo misero."

Dice che i suoi animali si liberano quando sono pronti ed è suo compito prepararli per quel momento.

"Farò tutto ciò che è in mio potere per aiutare in modo che non siano svantaggiati per aver dovuto crescere senza la loro madre naturale", ha detto.

Guarda Cianelli e i suoi canguri - che sgranocchiano gli orsacchiotti di spaghetti e wrestle - nel video qui sotto.

Articoli Correlati