Sfaldarsi: come si forma la neve

Le brutali bufere di neve hanno scaricato neve negli Stati Uniti negli ultimi inverni, coprendo milioni di americani in un sognante paese delle meraviglie invernale. Ma quando neve e ghiaccio si accumulano fino a un certo punto, i sogni possono rapidamente trasformarsi in incubi.

Gran parte del freddo e della neve recenti possono essere attribuiti a un voto polare non legato e all'umidità in eccesso nell'atmosfera, due problemi aggravati dal cambiamento climatico. Ma anche in condizioni normali, Jack Frost non è estraneo alle persone nelle zone ad alta latitudine o alta quota. Che si tratti di un Nor'easter nel New England o di una burrasca artica in Alaska, la neve è un fatto di vita per molti americani e hanno escogitato alcuni adattamenti intelligenti per affrontarlo. Tuttavia, per un fenomeno naturale così comune, la neve ha ancora una misteriosa mistica - non molti eventi meteorologici possono essere così silenziosamente rilassanti e sinistri allo stesso tempo.

La neve è stata a lungo un simbolo per l'inverno stesso, incarnando l'aura tranquilla e pacifica della stagione mentre si accumula in pile più divertenti di qualsiasi cosa prodotta dalla pioggia o dal nevischio. Ma è anche responsabile di centinaia di morti ogni anno negli Stati Uniti e può praticamente chiudere la civiltà, come ha dimostrato durante la "Storm of the Century" del 1993.

Ma cos'è questa roba bianca, che può variare da fango a lanugine a polvere? Come si forma? E cosa lo rende così seducente? Continua a leggere per uno sguardo più approfondito su come Madre Natura incanala la sua furia in raffiche.

Come si forma la neve

Molto va nella scienza dietro la roba bianca. (Foto: Scharfsinn / Shutterstock)

Il trucco per iniziare una tempesta di neve è "ascensore atmosferico", che si riferisce a tutto ciò che provoca l'aria calda e umida che sale dalla superficie terrestre verso il cielo, dove forma una nuvola. Ciò si verifica spesso quando due masse d'aria si scontrano, costringendo l'aria più calda in cima alla "cupola" più fredda - ma può accadere anche quando l'aria calda scorre semplicemente sul fianco di una montagna. In un altro processo comune, noto come "neve effetto lago", una massa di aria fredda e secca si sposta su un lago, creando instabilità di temperatura che spinge verso l'alto il vapore acqueo caldo.

Indipendentemente da ciò che lo solleva, l'aumento del vapore acqueo alla fine si raffredda così tanto da convertirsi in un liquido. Le goccioline d'acqua risultanti possono creare nuvole, ma prima hanno bisogno di qualcosa su cui condensare, proprio come la rugiada si condensa sull'erba o l'acqua si condensa all'esterno di un bicchiere. L'atmosfera può sembrare un luogo scarno e solitario, ma non è vuota: i venti a lungo raggio trasportano lassù tutti i tipi di detriti microscopici, principalmente sotto forma di polvere, sporco e sale. Questi bocconcini galleggianti circolano in tutto il cielo, anche attraversando continenti e oceani, e danno alle goccioline di nuvola qualcosa su cui aggrapparsi (vedi l'illustrazione a destra). Quando prendi un fiocco di neve sulla lingua, potresti mangiare un granello di sabbia dal Sahara, terra dalle steppe dell'Asia centrale o persino fuliggine dal tubo di scappamento della tua auto.

Le nuvole di tempesta tendono a gonfiarsi mentre crescono, torreggiando in regioni del cielo sempre più fredde. La maggior parte delle nuvole sono ancora fatte di goccioline di acqua liquida, anche durante gli inverni rigidi, ma alla fine inizieranno a congelarsi una volta scesi sotto i 14 gradi Fahrenheit. Le singole goccioline di nuvole si solidificano una ad una in particelle di ghiaccio, che possono quindi attrarre altro vapore acqueo e goccioline verso la loro superficie. Ciò porta a piccoli "cristalli di neve", ma in rapida crescita, che cadono improvvisamente quando diventano abbastanza pesanti.

I cristalli di neve crescono nelle loro forme notoriamente diverse a seconda della temperatura e dell'umidità della nuvola (vedi la tabella sotto per i dettagli). Raccolgono sempre più particelle di ghiaccio mentre cadono attraverso la nuvola e spesso si ammassano mentre la pioviggine cristallina si evolve in una tempesta di neve. Quando questi cristalli cadenti escono dalla base della nuvola, di solito sono cresciuti in intricati scoppi di stelle che chiamiamo "fiocchi di neve".

Se l'aria è sotto lo zero fino alla superficie, questi fiocchi mantengono i loro schemi distintivi e si accumulano sul terreno come neve. Spesso durante la loro discesa subiscono varie altre trasformazioni, dando origine ad altre forme di precipitazione meno popolari. I fiocchi di neve che si sciolgono durante la caduta diventano pioggia, ma a volte si rigenerano prima di atterrare, nel qual caso vengono chiamati "nevischio". Se non ricongelano fino a dopo l'atterraggio, tuttavia, sono noti come "pioggia gelata" - un evento meteorologico ingannevolmente pericoloso che sembra pioggia normale ma ricopre strade e marciapiedi con una lucentezza liscia e ghiacciata.

Neve in America

Una media di 105 tempeste di neve colpiscono gli Stati Uniti ogni anno, producendo in genere neve da due a cinque giorni e attraversando diversi stati. Quasi ogni parte del paese ha visto almeno lievi raffiche ad un certo punto della storia moderna - anche gran parte della Florida del sud - ma la neve cade in modo così irregolare e irregolare che la National Oceanic and Atmospher Administration non registra i record ufficiali delle nevicate a livello statale . Tiene traccia dei totali delle città, tuttavia, e i record del suo National Climatic Data Center suggeriscono che New York è la patria di alcune delle città più nevose del paese: Siracusa ha una media di 115 pollici all'anno, seguita da Buffalo (93 pollici), Rochester (92 pollici ) e Binghamton (84 pollici).

Naturalmente, ci sono anche aree meno popolate che ricevono molta più neve di così. Mount Washington, NH, ha una media di 275 pollici, ad esempio, mentre la stazione dei ranger Paradise nel Mount Rainier National Park a Washington guida la nazione con la sua media annuale di 677 pollici. (Vedi la mappa sopra per le medie annuali delle nevicate a livello nazionale.)

Problema neve

Le nevicate possono ovviamente avere un impatto debilitante sul traffico. (Foto: Frederic Legrand - COMEO / Shutterstock)

Oltre alle minacce legate alla temperatura come il congelamento e l'ipotermia, le tempeste di neve possono devastare la società umana bloccando i pendolari, chiudendo gli aeroporti, bloccando il movimento delle forniture e interrompendo i servizi medici e di emergenza. Grandi accumuli di neve possono anche rovesciare alberi, spezzare le linee elettriche e far crollare i tetti, a volte isolando persone, animali domestici e bestiame per giorni e giorni. La bufera di neve del 1993 è un ottimo esempio: ha chiuso tutte le autostrade a nord di Atlanta, ha paralizzato le città lungo la costa orientale e ha causato danni per oltre 6 miliardi di dollari, ma anche il recente clima invernale è stato feroce.

A seguito di due grandi tempeste di neve alla fine del 2009 che hanno scaricato più di un piede di neve in molti stati, un'altra tempesta qualche settimana dopo è stata incolpata di almeno 20 morti in tutta la nazione, chiusure stradali estese e cancellazioni di voli, e anche circa due dozzine di tornado in Texas e stati vicini. Il clima invernale selvaggio è continuato nel 2010, l'anno di Washington, "Snowmageddon" di Washington, nonché nel 2011 e nel 2013. Non erano solo gli Stati Uniti: gran parte dell'Europa è stata paralizzata nel dicembre 2010 quando la neve insolitamente pesante ha chiuso la città di Londra Aeroporto di Heathrow. E secondo un recente studio, l'aumento delle nevicate in Europa è almeno in parte legato ai cambiamenti climatici, poiché la perdita del ghiaccio marino artico fa sì che più aria fredda scorra verso sud.

Le forti nevicate sono una grave minaccia per case e aziende, ma sono particolarmente pericolose per i conducenti. Circa il 70 percento di tutti gli infortuni causati dal ghiaccio e dalla neve proviene da incidenti stradali, secondo il NOAA, con un quarto delle persone che sono state colpite da una tempesta. Ma il pericolo non si esaurisce con la tempesta, poiché lo scioglimento della neve spesso porta a ghiaccio nero, strade scivolose e persino inondazioni primaverili, come le marmellate di ghiaccio e la pesante fusione di neve che spesso causano inondazioni lungo il fiume Rosso nel Nord Dakota e nel Minnesota.

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è apparso per la prima volta nel gennaio 2010.

Immagini: NOAA

Articoli Correlati