Sì, puoi sentire l'odore della paura - ed è contagioso

Case infestate, film spaventosi e luoghi inquietanti abbondano in questo periodo dell'anno. La paura è nell'aria. Riesci a annusarlo? Anche se può sembrare una prospettiva ridicola, non lo è. La scienza dice così.

Potresti aver sentito che alcuni animali, come api e cani, possono sentire l'odore della paura. Questa affermazione è in qualche modo vera e in qualche modo fuorviante, secondo la Penn State University. La paura stessa non ha un profumo, ma i feromoni prodotti quando un animale ha paura lo fanno.

I feromoni sono sostanze chimiche emesse da tutti gli animali nei fluidi corporei, come il sudore e l'urina, che inviano segnali ad altri animali della stessa specie. Possono indicare territorio, aggressività o interesse per la riproduzione. Ma non sentiamo questi odori allo stesso modo in cui sentiremmo una torta di mele appena sfornata o un fuoco che brucia nel camino. Li rileviamo attraverso il nostro principale sistema olfattivo, ma i feromoni sono registrati attraverso i nostri sistemi olfattivi accessori. L'alimentatore spiega:

La comunicazione in questo sistema inizia nell'organo vomeronasale, che si trova sopra il palato molle della bocca, sul pavimento della cavità nasale. Molecole olfattive altamente specifiche rilevate da questo organo vengono trasmesse al bulbo olfattivo accessorio dove vengono raccolte ed elaborate. I nervi provenienti dall'accessorio e dai bulbi olfattivi principali si proiettano sul sistema limbico, la parte del cervello che si occupa della percezione e della risposta emotiva.

L'alimentatore sottolinea anche che gli odori vengono elaborati e interpretati nel sistema limbico e che un organo chiamato amigdala è responsabile della percezione e della risposta alla paura. Quindi ha senso che un animale sia in grado di "annusare la paura".

Mentre alcuni scienziati si chiedono se i feromoni umani esistano davvero, altri indicano studi come questo del 2012, che hanno scoperto che gli esseri umani possono effettivamente comunicare gli stati emotivi tramite segnali chimici.

La paura come contagio sociale

Quando abbiamo paura, i nostri prodotti chimici per la paura si diffondono nell'aria, probabilmente facendo sentire spaventati anche quelli che ci circondano. (Foto: Antonio Guillem / Shutterstock)

Non solo possiamo comunicare la paura, ma il sentimento della paura è contagioso, secondo uno studio pubblicato nel 2009. Per determinare questo, un team di ricercatori ha registrato i cuscinetti assorbenti sotto le ascelle di 20 persone che stanno per lanciarsi per la prima volta. Mentre traspiravano, i cuscinetti assorbivano il sudore prima e durante il salto. Per fare un confronto, gli scienziati hanno anche raccolto campioni di sudore dalle stesse 20 persone (11 uomini e nove donne) mentre correvano su un tapis roulant.

Il team ha quindi chiesto a due gruppi di volontari di annusare il sudore (file che in lavori che non avrei mai desiderato). Un gruppo ha avuto il sudore della paura e l'altro il sudore del tapis roulant. Mentre i volontari facevano il loro sporco lavoro, uno scanner del cervello monitorava la loro risposta. Ha mostrato che i centri di paura del cervello sono stati attivati ​​quando i volontari hanno annusato il sudore di paracadutismo, anche se i volontari hanno affermato di non poter distinguere tra i campioni.

In una presentazione della conferenza, l'autore dello studio Lilianne Mujica-Parodi ha scritto: "Dimostriamo qui la prima prova diretta per un feromone di allarme umano ... i nostri risultati indicano che potrebbe esserci una componente biologica nascosta nelle dinamiche sociali umane, in cui lo stress emotivo è, letteralmente, "contagioso". "

In un altro studio, la psicologa Denise Chen ha chiesto a un gruppo di volontari di annusare il sudore dei partecipanti allo studio che avevano visto un film divertente o spaventoso. Più della metà di loro ha identificato correttamente quale campione era il sudore della paura, anche se ha affermato di non sentire alcun odore di differenza. Lo studio dimostra "un effetto immediato delle sostanze chimiche nell'aria sugli umori umani", secondo gli autori.

Ma non lasciare che tutto ciò crei l'impressione che gli umani siano super-sniffer come cani, elefanti o topi. Gli autori dello studio del 2009 hanno notato che il comportamento è un altro fattore importante nell'equazione emozione-contagio. In altre parole, le persone prendono coscienza e imitano i comportamenti sociali, quindi se vedi qualcuno che è chiaramente spaventato, potresti essere spaventato come una reazione istintiva, non necessariamente chimica.

Articoli Correlati