Specie misteriose di proto-umani hanno recentemente vissuto a fianco di esseri umani moderni

Un osso della coscia scoperto in Cina che sembra appartenere a un'altra specie umana potrebbe dimostrare che non eravamo le uniche specie Homo vive alla fine dell'ultima era glaciale.

Si ritiene che l'osso, che ha solo circa 14000 anni, appartenga a un individuo del cosiddetto "popolo delle caverne dei cervi nobili", che prende il nome dalla caverna in Cina dove sono stati trovati, riferisce Phys.org. Ciò che rende così particolare questo osso coscia è che ha caratteristiche che ricordano quelle di alcuni dei membri più antichi del genere umano, l' Homo habilis, creature che esistevano tra 2, 8 e 1, 5 milioni di anni fa.

Ciò significa che l'osso potrebbe fornire la prova che almeno una misteriosa specie di proto-umano potrebbe aver conservato queste antiche caratteristiche fino ai tempi moderni.

CORRELATO: Che cosa sai dell'evoluzione umana? Fai il quiz

"Abbiamo pubblicato le nostre scoperte sulle ossa del cranio prima perché pensavamo che fossero le più rivelatrici, ma siamo rimasti sorpresi dai nostri studi sull'osso della coscia, che hanno dimostrato che è molto più primitivo di quanto sembrino i teschi", ha detto il professor Ji Xueping dell'Istituto di reliquie culturali e archeologia dello Yunnan, uno dei membri del team che ha studiato l'osso.

In altre parole, sebbene l'osso della coscia abbia caratteristiche antiche, altri resti di questi individui, come i loro teschi, sembrano più moderni. Questo strano mix di caratteristiche antiche e moderne significa che le persone della grotta dei cervi rossi potrebbero essere state diverse dalle altre specie di Homo che esistevano nella regione in qualsiasi momento. È un mistero evolutivo, certo.

Prima di questa scoperta, si credeva ampiamente che i più giovani umani pre-moderni sull'Eurasia continentale - i Neanderthal dell'Europa e dell'Asia occidentale e i "Denisovani" della Siberia meridionale - morirono circa 40.000 anni fa. Vi sono anche prove del fatto che un'altra specie di umano, soprannominata Homo floresiensis (a volte definita "hobbit" a causa delle loro dimensioni ridotte), potrebbe essere sopravvissuta sull'isola di Flores in Indonesia fino a poco tempo fa. Ma la gente della Grotta dei Cervi sarebbe sopravvissuta ancora di più nei tempi moderni rispetto a questa specie.

Per ora, i ricercatori non stanno saltando a nessuna conclusione. Dopotutto è solo un osso della coscia. Sarà necessario scoprire e studiare più ossa prima che si possa dire qualcosa di definitivo su questi misteriosi umani. Anche così, è una scoperta esaltante, una che dimostra ulteriormente che l'evoluzione umana è stata un processo molto più oscuro di quanto alcuni potrebbero aver creduto in precedenza.

"L'enigma delle persone della Red Deer Cave ora diventa ancora più impegnativo: chi erano queste misteriose persone dell'Età della Pietra? Perché sono sopravvissute così tardi? E perché solo nella Cina sud-occidentale tropicale?" disse Darren Curnoe dell'Università del New South Wales, un altro dei scopritori dell'osso.

Articoli Correlati