Trovare la sequenza di Fibonacci in un uragano

Una delle cose che mi ha spinto a iscrivermi a scuola l'anno scorso dopo un decennio + essere "cresciuto" era il desiderio di conoscere meglio l'intersezione di matematica e natura.

Gli umani hanno usato numeri e astrazioni per spiegare e pensare al nostro universo per molto tempo, ma solo di recente abbiamo iniziato a capire davvero il tipo di matematica che governa il mondo che ci circonda. I computer ci hanno permesso di svelare alcuni dei segreti dietro concetti non euclidici come la geometria frattale, e sembra che ovunque guardiamo la natura, non importa quale sia la scala, finiamo per trovare la stessa cosa: sistemi complessi guidati da semplici regole.

Una di quelle serie di regole che troviamo in tutta la natura è la sequenza di Fibonacci. Ecco cosa ho scritto sulla sequenza in un post precedente:

La sequenza di Fibonacci è composta da numeri che sono la somma dei due numeri precedenti nella sequenza, iniziando con 0 e 1. Sono 0, 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144 ...

1 è 0 + 1, 2 è 1 + 1, 3 è 1 + 2, 5 è 2 + 3 e 8 è 3 + 5. Il numero dopo 144 è 233 o 89 + 144.

La manifestazione fisica della sequenza di Fibonacci si avvicina molto alla Spirale d'oro e si manifesta in tutta la natura, dai fiori alle conchiglie, dalle cellule alle intere galassie. Una rapida ricerca di immagini mostrerà innumerevoli esempi.

Ed ecco la sequenza di Fibonacci nell'uragano Rita:

Non è difficile vedere il modello nell'uragano Rita mentre si avvicinava alla costa della Louisiana e del Texas il 23 settembre 2005. (Foto: Jeff Schmaltz / MODIS Rapid Response Team alla NASA GSFC)

Scienza!

Se vuoi saperne di più sulla sequenza di Fibonacci, Vi Hart dell'Accademia Khan è un buon punto di partenza.

Articoli Correlati