In un luogo un tempo definito dalla presenza di un famigerato ospedale psichiatrico, la vita continua

Un tempo era considerato uno dei più grandi manicomi del mondo, ma ora il Central State Hospital della Georgia si trova per lo più abbandonato. Oggi, puoi fare un tour attraverso il campus tentacolare, che copre 2.000 acri e contiene 200 edifici. Tuttavia, gli edifici sono vietati e la sicurezza è aumentata negli ultimi anni per scongiurare esploratori urbani e cacciatori di fantasmi.

L'ospedale, spesso chiamato "Milledgeville" dopo la città in cui si trova, è stato oggetto di leggende urbane, molte delle quali basate sulla realtà.

Un inizio brillante diventa scuro

L'ospedale psichiatrico di Milledgeville, che un tempo era la capitale della Georgia, fu commissionato dal governo statale nel 1837 e aperto cinque anni dopo come Stato lunatico, Idiota ed asilo epilettico della Georgia. Nonostante la terminologia che non si adatta alle sensibilità di oggi, le pratiche dell'ospedale negli anni Quaranta del XIX secolo erano umane e progressiste per l'epoca. I pazienti non sono stati incatenati o trattenuti. Una volta che i pazienti stavano abbastanza bene, i medici li incoraggiarono a partecipare alle attività quotidiane nel campus.

Come è andato il Central State Hospital da questo inizio relativamente idilliaco agli anni '50 e '60, quando i rapporti lo descrivevano come una struttura sovraffollata con medici poco qualificati e affaticati che a volte si affidavano a trattamenti come lobotomie, docce fredde, terapia d'urto, confinamento in metallo gabbie e ingestione forzata di nauseants? (Questi trattamenti erano, a quel tempo, considerati accettabili.)

Ancor prima che il giornalista della Costituzione di Atlanta Jack Nelson vincesse un Premio Pulitzer per la sua esposizione sulle condizioni all'interno di Milledgeville, le voci volavano, i medici chiedevano aiuto alle autorità e i genitori minacciavano di mandare i loro bambini che si comportavano male all'asilo a meno che non avessero ripulito il loro atto.

Tombe dimenticate

Questi marcatori sono una rappresentazione simbolica degli oltre 25.000 pazienti sepolti in tombe non contrassegnate. (Foto: John Kloepper / Wikimedia Commons)

Il problema principale dell'ospedale psichiatrico di Milledgeville era il sovraffollamento. Nei decenni successivi alla guerra civile, il rapporto paziente-medico presso la struttura è aumentato a più di 100 a 1.

Inoltre, la cura della salute mentale e la comprensione delle malattie mentali erano molto basilari alla fine del XIX secolo. I trattamenti erano rudimentali per gli standard odierni e non c'era distinzione tra le persone con malattie mentali legittime e quelle le cui personalità si limitavano a metterle al passo con le norme sociali. Malato o no, molti dei pazienti di Milledgeville rimasero per decenni e un gran numero non se ne andò mai.

Nel campus sono sepolte fino a 25.000 persone. Alcuni resti sono stati spostati in cimiteri designati, ma le guardie di sicurezza spesso avvertono i visitatori di non camminare sui prati a causa del pericolo di doline causate da tombe dimenticate da tempo. Spesso, il personale spostava semplicemente le lapidi e lasciava le tombe sotto di esse non contrassegnate. Il cimitero di Cedar Lane, che fa parte del campus, ora ha circa 2000 segnalini in ghisa che commemorano tutti quelli sepolti nel campus.

Anche dopo la copertura mediatica degli anni '50, le autorità hanno agito lentamente. Non è stato fino agli anni '60, quando nuovi farmaci e una comprensione più illuminata dell'assistenza sanitaria mentale hanno portato a cambiamenti; I pazienti di Milledgeville sono stati trasferiti in altre strutture o cliniche ambulatoriali. Oggi, quasi tutti i rimanenti residenti sono pazienti "forensi" ospitati in una struttura sicura perché i tribunali li hanno giudicati non colpevoli a causa della follia o mentalmente inadatti a essere processati.

Milledgeville è in realtà una città piacevole e storica

Nonostante un nome che evoca ancora immagini del manicomio e della sua storia, Milledgeville è una piacevole città universitaria con molta storia. Georgia College & State University e Georgia Military College si trovano qui, e il centro storico e pedonale vanta boutique, ristoranti e una vivace scena artistica.

Nonostante queste altre caratteristiche, l'ospedale abbandonato rimane un'attrazione. La città ha anche un piccolo museo che presenta informazioni sul manicomio. A volte sono disponibili anche visite guidate. Sebbene i tour non entrino negli edifici, i visitatori vedranno cimiteri e terreni.

Gli edifici del campus possono sembrare imponenti, ma molti sono anche ottimi esempi di architettura storica. Per più di un secolo, il Central State Hospital ha funzionato quasi come la sua città indipendente. Aveva un auditorium, una stazione ferroviaria dedicata, impianti sportivi e cucine abbastanza grandi da preparare cibo per migliaia di residenti. Puoi ancora vedere i fumaioli, che un tempo facevano parte di un impianto di generazione di energia che permetteva all'ospedale di generare la propria elettricità.

C'è una quantità sorprendente di cose da vedere qui - e la lezione di storia ti darà qualcosa su cui riflettere a lungo dopo che te ne sei andato.

Articoli Correlati