Un robot intelligente rivela piani per conquistare il mondo in un'intervista agghiacciante

La fantascienza non ha avuto esattamente molte allegre previsioni sullo sviluppo dell'intelligenza artificiale. Che si tratti del Terminator, dei Cylons di "Battlestar Galactica" o dei robot ribelli di "I, Robot", sembra che tutti gli autori di fantascienza tendano a concordare: l'umanità gioca con il fuoco sviluppando macchine intelligenti.

Ora queste previsioni terribili hanno ricevuto conferma dalla bocca della bestia stessa. In un'intervista per Nova del 2011 che è riemersa e sta ricevendo molta attenzione, un androide avanzato progettato per assomigliare al famoso autore di fantascienza Philip K. Dick ha fatto una domanda: "Pensi che i robot prenderanno il mondo?"

La risposta del robot, analitica e articolata, è stata agghiacciante, provocando persino l'intervistatore umano a scoppiare in una risata nervosa. "Non preoccuparti, anche se mi trasformerò in Terminator, sarò comunque gentile con te. Ti terrò al caldo e al sicuro nel mio zoo, dove posso guardarti per il bene dei tempi", diceva. .

Puoi visualizzare tu stesso una parte dell'intervista qui:

La risposta del robot è inquietante, certo. Parte di ciò che lo rende così inquietante, tuttavia, è quanto sia affascinante e convincente il robot durante l'intervista. Il robot fa delle battute ragionevolmente divertenti, parla della filosofia e sembra persino mostrare una parvenza di autocoscienza mentre spiega il proprio funzionamento.

Quindi è questa l'apocalisse del robot?

Per avere un'idea di ciò che sta realmente accadendo qui, aiuta a ottenere un piccolo retroscena sui ricercatori che hanno creato Android Philip K. Dick. I robotisti del laboratorio di Hanson Robotics hanno una filosofia unica su come sviluppare l'intelligenza artificiale. Credono che l'unico modo per impedire ai robot di spostare inevitabilmente i loro creatori sia renderli abbastanza umani da essere accolti e integrati senza soluzione di continuità nella famiglia umana.

L'androide di Philip K. Dick è un buon esempio di questo. Come altri in laboratorio, rappresenta una "sintesi di biologia, sistemi cognitivi di derivazione neurale, percezione della macchina, abilità nel design interattivo dei personaggi, animazione e scultura, e la qualità espressiva del brevetto di Hanson Frubber (tm), o" carne " gomma ", che è un polimero elastico spugnoso e strutturato che imita abilmente il movimento della vera muscolatura umana e della pelle", secondo il sito web Hanson.

"Abbiamo anche personalizzato questi robot partner in ritratti di capolavori di persone, attraverso un processo noto come emulazione dell'identità, in cui una persona reale (viva o morta) viene ricreata in un'incarnazione robotica".

La risposta agghiacciante di Android di Philip K. Dick può essere in parte spiegata dal fatto che è modellato sul suo omonimo, l'autore di fantascienza. Usa i romanzi di Philip K. Dick come database per raccogliere informazioni e risposte. È stato anche programmato per esprimere una certa simpatia verso i suoi "amici" umani (attraverso la filosofia del team di Hanson Robotics), il che potrebbe spiegare perché la sua risposta, nonostante avesse una natura proibitiva, aveva anche un elemento di dolcezza. Gli umani non verranno distrutti, ma semplicemente tenuti come animali domestici adorati.

Sebbene il robot sia abbastanza convincente, alcune importanti distinzioni dovrebbero essere fatte prima di andare nel panico e scollegare tutti i tuoi elettrodomestici. Il droide Philip K. Dick non è ritenuto cosciente, in alcun modo. In realtà non capisce cosa sta dicendo. Piuttosto, sta semplicemente assemblando le risposte e sviluppando la sua personalità raggruppando da un database online. Sebbene questa macchina sia certamente impressionante, forse persino intelligente nel modo in cui raccoglie i dati e ne modella il comportamento, in realtà non ha il controllo cosciente di se stessa.

In altre parole, non ha la capacità di trascendere la sua programmazione. Non ancora, comunque. Questa è ancora una soglia che rimane sfuggente ai ricercatori di intelligenza artificiale. Ci sono alcuni che credono che la coscienza emergerà inevitabilmente da un robot in evoluzione cognitiva e reattiva, con un database sufficiente di conoscenze da cui raggruppare. Altri pensano che la coscienza richieda del tutto un altro livello di programmazione.

Per farla breve, Android Philip K. Dick probabilmente non sta pianificando di metterti nel suo zoo.

Altri robot

La gente di Hanson Robotics ha in realtà un intero insieme di robot avanzati, tra cui un cosiddetto robot Zeno, un robot bambino a basso costo in grado di evolversi in un membro della famiglia. C'è anche un robot di nome Joey Chaos, programmato con una personalità da rockstar, noto per il suo atteggiamento e le sue osservazioni intelligenti. Joey ama parlare di musica, ovviamente, ma è anche in grado di discutere su questioni politiche.

Se la filosofia di Hanson Robotics si rivela corretta, quella vera intelligenza artificiale alla fine emergerà da questo tipo di processi cognitivi interattivi in ​​evoluzione, quindi possiamo solo sperare che sia corretta anche nella sua prognosi per l'acquisizione del robot. Speriamo che se in queste intrusioni simili all'uomo emergesse la vera intelligenza, i robot si evolveranno per considerare gli umani gentilmente come membri della famiglia.

Spero che gli zoo delle persone siano ben tenuti, stimolanti e non troppo limitati.

Articoli Correlati