Una ragnatela fa parte della sua mente, suggerisce una nuova ricerca

I ragni tendono a suscitare alcune delle nostre più estreme risposte di lotta o fuga. Alla vista di uno, alcuni di noi urlano, altri schiacciano. Anche quelli di noi con un cuore più gentile spesso sentono il bisogno di intrappolare e rilasciare, preferibilmente da qualche parte lontano da casa.

Ma una nuova ricerca potrebbe farti riconsiderare i tuoi pregiudizi verso questi incompresi aracnidi. Si scopre che i ragni sembrano possedere una straordinaria forma di coscienza che stiamo solo iniziando a capire, e ha a che fare con le loro reti, riferisce New Scientist.

I ricercatori stanno lentamente arrivando all'idea che la ragnatela è una parte essenziale dell'apparato cognitivo di queste creature. Gli animali non usano solo le loro ragnatele per percepire; li usano per pensare

Fa parte di una teoria della mente nota come "cognizione estesa" e anche gli umani la utilizzano. Ad esempio, potremmo pensare alle nostre menti come contenute nelle nostre teste, ma ci affidiamo a un numero di strutture al di fuori delle nostre teste (e persino al di fuori dei nostri corpi) per aiutarci a pensare. Computer e calcolatrici sono un esempio evidente. Organizziamo i nostri spazi abitativi per aiutarci a ricordare dove sono le cose, prendiamo appunti e scattiamo fotografie o conserviamo ricordi.

Ma questi esempi impallidiscono rispetto a come il pensiero di un ragno si intreccia con la sua tela. Gli scienziati stanno scoprendo che alcuni ragni possiedono abilità cognitive in grado di competere con quelle di mammiferi e uccelli, tra cui lungimiranza e pianificazione, apprendimento complesso e persino la capacità di essere sorpresi. È abbastanza per farti considerare se "Charlotte's Web" avrebbe potuto essere una storia vera.

Il punto cruciale di queste abilità cognitive dei ragni appena scoperte si riduce alle loro reti. Stiamo scoprendo che se togli la cinghia di un ragno, perde alcune di queste capacità.

Immagina la ragnatela come un hub

Non sottovalutare l'ampiezza di ciò che sta accadendo nella ragnatela. (Foto: Amy Johansson / Shutterstock)

Ad esempio, sappiamo che i ragni possono usare la loro cinghia come un apparato sensoriale; avvertono vibrazioni nella cinghia, che li avvisano quando la preda viene catturata. Ora sappiamo anche che i ragni possono persino distinguere tra diversi tipi di vibrazioni. Sanno quali vibrazioni sono causate da diversi tipi di creature, da foglie e altri detriti che sfiorano il passato e persino da vibrazioni causate dal vento.

Ciò che è davvero sorprendente, tuttavia, è ciò che stiamo imparando su come i ragni usano la loro tessitura per riflettere effettivamente sui problemi. Quando un ragno si trova al centro della sua rete, non sta solo aspettando passivamente le vibrazioni. Sta attivamente tirando e allentando diversi fili, manipolando la rete in modi sottili.

La ricerca ha dimostrato che queste manipolazioni sono come dire dove un ragno sta prestando attenzione. Quando tende un filo di tessuto, quel filo diventa più sensibile alle vibrazioni. È essenzialmente l'equivalente di un ragno che coppa le orecchie per ascoltare meglio in una certa direzione.

"Mette in tensione i fili del web in modo da poter filtrare le informazioni che stanno arrivando al suo cervello", ha spiegato la ricercatrice della cognizione estesa Hilton Japyassú, in un rapporto di Quanta Magazine. "Questa è quasi la stessa cosa che se stesse filtrando le cose nel suo cervello."

Inoltre, i ricercatori hanno testato questa ipotesi con esperimenti che prevedono il taglio di pezzi di tessuto. Quando la sua rete viene tagliata, un ragno inizia a prendere decisioni diverse. Secondo Japyassú, è come se le porzioni di seta già costruite fossero promemoria o pezzi di memoria esterna. Tagliare il web è come eseguire una lobotomia di ragno.

È abbastanza per farti sentire in colpa ogni volta che passi accidentalmente attraverso una cinghia. (La buona notizia è che un ragno può sempre ruotarne un altro.)

Affermazioni più forti su ciò che ciò significa per la coscienza del ragno devono ancora essere testate. Se "coscienza" è sinonimo di "consapevolezza", allora la ragnatela sicuramente aumenta la capacità di un ragno di essere consapevole di ciò che lo circonda, e questa è una strada a doppio senso. I ragni ricevono entrambi passivamente informazioni dalla loro cinghia e manipolano attivamente tali informazioni apportando modifiche. Ma se vogliamo suggerire che i ragni usano la loro tessitura per formare rappresentazioni mentali reali, questa potrebbe essere una domanda che è meglio lasciare ai filosofi.

Anche così, gli esperimenti sembrano almeno lasciare le domande più sfumate sulla coscienza aperte alla speculazione. E la ragnatela ha sicuramente dimostrato di essere più di un semplice strumento di caccia.

È uno spunto di riflessione e una ragione più che sufficiente per riconsiderare i tuoi sentimenti riguardo a questi straordinari spinner web.

Articoli Correlati